Basilica2.jpg
Home la Basilica La Storia

Indice
La Storia
2 - Sospensione
3 - Convenzione tra l'Ente E.U.R. e i Francescani Conventuali
4 - Restauro e completamento
5 - Apertura al culto
Tutte le pagine

5 - Apertura al culto

Riprendendo il racconto, troviamo nella cronaca dell'archivio parrocchiale che l'apertura al culto della chiesa dei Santi Pietro e Paolo avvenne la mattina del 3 luglio del 1955. Una cerimonia solenne, alla quale parteciparono il cardinale Vicario Clemente Micara, che celebrò la Messa, il Ministro Generale dell'Ordine P. Vittorio Costantini, il Ministtro Provinciale di Padova P. Angelo Beghetto con il Segretario P. Lino Brentari, e altre personalità.

1955 - La chiesa è completata nella sua struttura esterna.

Il servizio liturgico della chiesa, non ancora completata, limitatamente ai pochi abitanti che cominciavano ad abitare la zona, fu svolto da numerosi Padri che si avvicendarono negli anni successivi.
Nel dicembre del 1956 fu impartito il primo battesimo annotato nel 1° libro dei battezzati, firmato dal parroco di S. Marco Evangelista, P. Luigi Danielli.
Nel 1957 proseguirono i lavori murari, oltre all'attività di evangelizzazione e santificazione: i battezzati furono 40, e in maggio avvenne la suggestiva cerimonia delle cresime e prime comunioni, officiate da Mons. Ettore Cunial.
Nel 1958, essendo aumentata la popolazione, iniziarono le pratiche per l'erezione della chiesa a parrocchia. Arrivò da Padova il P. Faustino Ossanna, presentato al Vicariato di Roma come nuovo parroco e Superiore della Comunità dei Frati.
Il decreto ufficiale con cui la chiesa dei Santi Pietro e Paolo venne eretta parrocchia autonoma, la 172a parrocchia dell'Urbe, porta la data dell'8 dicembre 1958.



SIR - Notizie quotidiane

Agenda

Clicca sull'immagine.

.

.

Accedi all'area riservata

.

Chi è online

 318 visitatori online